👇 clicca sull’immagine per ingrandirla

L’ emergenza Coronavirus di questi giorni ci porta a ricordare che i pazienti con mielodisplasia sono pazienti immunodepressi e quindi più sensibili alle infezioni. Non è raro quindi avere episodi febbrili che i pazienti sanno di dovere riferire immediatamente al medico/ematologo curante. É tuttavia opportuno per loro e per chi li accudisce o frequenta porre particolare attenzione a quanto consigliato dal Ministero della Salute, e che riportiamo per la sua utilità per l’intera popolazione, in particolare evitare i luoghi affollati e lavarsi frequentemente e a lungo le mani.
👉🏻 scarica ilDecalogo del Ministero della Salute”

 

Le autorità ricordano che i numeri per le emergenze 112 o 118 devono essere chiamati solo in caso di effettiva necessità

Per info, indicazioni e risposte sull’emergenza:

I siti
👉🏻”Istituto Superiore di Sanità”,
👉🏻”Epicentro”(Il portale dell’epidemiologia per la sanità pubblica),
👉🏻 “Ministero della Salute
👉 Ministero dell’Interno
(👉 clicca qui per scaricare l’autocertificazione agg.ta al 23.3.’20)
👉 Protezione Civile”
👉 “AVIS” per prenotare la donazione del sangue

telefonicamente
👉 al numero 1500
👉 numero verde Unità di Crisi Regione Lombardia  all’ 800894545
👉 numero verde Unità di Crisi Regione Veneto all’ 800462340
👉 per tutti gli altri numeri verdi d’Italia  “trova i numeri verdi di tutte le Regioni” 

Se vivi nelle seguenti Regioni: Lombardia, Provincia di Roma (06), Liguria, Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trento, Bolzano, Sicilia, Piemonte, Valle d’Aosta, puoi scaricare gratuitamente sul tuo cellulare l’app ufficiale del Numero Europeo dell’Emergenza 112.
👉per piattaforma Android 👉🏻 Google Play
👉per piattaforma IOS       👉🏻 Apple Store

Febbraio 2020


Aggiornamenti dal nostro Comitato Scientifico:

Febbraio 2020

Febbraio 2020:

Abbiamo chiesto ai componenti del nostro Comitato Scientifico che operano nelle città di Milano, Varese, Cremona , Imperia, Firenze , Roma, Bari, Reggio Calabria e Catania di darci notizia di pazienti di Mielodisplasia eventualmente contagiati da Coronavirus.

Nessun di loro ha riscontrato positività al virus da parte dei pazienti assistiti

Tra loro, la dottoressa Marta Riva, responsabile per le Mielodisplasie all’Ospedale Niguarda di Milano, ci ha inoltre inviato alcuni commenti e indicazioni che riassumiamo :
Le regole auree di comportamento sono: niente panico e buon senso
Sui “Social” sono presenti tutti i documenti emessi dalle Autorità Sanitarie che individuano l’entità del problema e, considerata la contagiosità del virus, evidenziano come il problema maggiore sia il suo contenimento

Per quanto riguarda i pazienti di Mielodisplasia in terapia attiva o sotto controllo ematologico l’indicazione è di attenersi ai controlli e ai comportamenti stabiliti coi propri medici curanti.
Possono quindi essere variati solo su precisa indicazione del proprio medico specialista

10 marzo 2020

I componenti del nostro Comitato Scientifico ci comunicano:

Sono stati riscontrati solo limitati casi di positività al coronavirus da parte dei propri assistiti.

La redazione, 11 marzo 2020

Pin It on Pinterest

Shares
Share This