newsmalatirari

I Sabati della Mielodisplasia

 

L’evento è terminato, ci auguriamo abbia soddisfatto le tue aspettative.

Se desideri rivedere il Webinar puoi farlo in ogni momento dal nostro canale YouTube  👉Clicca qui

il team de I sabati della Mielodisplasia


Cari soci ed amici,
come richiesto da molti di voi, Vi presento un breve riassunto delle risposte alle domande che avete fatto durante il webinar del 30 gennaio 2021.

Alla esauriente e chiara relazione del prof. Perno sui vaccini, si é aggiunta la risposta del prof. Della Porta per quanto riguarda i pazienti mielodisplastici: non c’é controindicazione al vaccino, ma anzi é fortemente raccomandato dagli ematologi; la sua efficacia dipende dal grado di immunosoppressione del paziente perché i gravi immunodepressi tendono a rispondere meno, come per tutte le altre vaccinazioni. E’ probabilmente inutile somministrarlo durante chemioterapia, anche se una breve sospensione temporanea potrebbe renderlo possibile, valutando costo/beneficio; in questi casi solo l’ematologo curante é in grado  di programmarlo correttamente.

Gli effetti collaterali sono in generale  modesti con casi molto rari di allergie gravi. La richiesta del consenso é normale, come in tutti gli atti medici. Anche chi é sottoposto a radioterapia non ha problemi particolari, ma il vaccino deve essere somministrato secondo i consigli del curante.

Un socio, che recentemente ha fatto i vaccini antinfluenzale e antipneumococcico, ha chiesto se esiste controindicazione per il vaccino anti-Covid, che sarebbe il terzo vaccino a lui somministrato in pochi mesi; sia il prof. Perno che il prof. Della Porta rispondono che non c’é alcun problema sui tempi di somministrazione.

Per i pazienti con MDS, in quanto immunodepressi, il prof. Perno ha sottolineato che sarebbe opportuno utilizzare i vaccini di Pfizer e Moderna perché garantiscono una maggior copertura. Al momento per i pazienti non esiste possibilità di scelta dei vaccini, ma le Autorità Sanitarie dovrebbero garantire una vaccinazione con la massima efficacia nei pazienti con MDS, in quanto fragili perché immunodepressi.

Un ascoltatore che ha appena fatto trapianto aploidentico, e quindi dovrà rifare una serie di vaccini per batteri/virus su cui non ha più copertura, ha chiesto che priorità ha il vaccino anti-Covid rispetto agli altri.
Questa scelta é di stretta competenza del trapiantologo che valuta le problematiche del singolo paziente e si appoggia alle linee guida italiane ed europee per i trapiantati di midollo.

Ci sono poi state alcune domande sulla terapia delle MDS, in particolare sulla possibilità di sostituire la  lenalidomide quando non fosse più efficace; il prof. Della Porta ha assicurato che diverse molecole sono in studio per la mielodisplasia, e ormai in dirittura d’arrivo c’é luspatercept per le mielodisplasie con sideroblasti ad anello, già approvato da EMA ma non ancora da AIFA, da cui stiamo attendendo l’approvazione.

Spero che il riassunto sia stato esaustivo ma ricordate che il nostro “filo rosso” é sempre disponibile alle Vostre domande.

Vi aspettiamo al prossimo webinar e non dimenticate di associarvi e di suggerirci i temi che più vi interessano.

Annamaria Nosari,
ematologo, consigliere AIPaSiM

…… Primo appuntamento dell’anno

 

30 gennaio 2021 dalle 10.00 alle 11.15

 

Il tema della sperimentazione e quanto la circonda è un tema interessante per tutti noi, perché la sperimentazione ci permette di utilizzare farmaci non ancora registrati ma con prove di efficacia.
Tutto questo durante la seconda ondata di pandemia e l’arrivo delle vaccinazioni e come tutto ciò si ripercuote sui malati di MDS.
La presenza di un virologo ci sarà d’aiuto per rispondere alle Vostre domande che speriamo siano numerose e possano rendere più interessanti e più personali per chi ascolta gli argomenti e i problemi di cui parleremo.

Vi aspettiamo numerosi!!

Il team de I Sabati della Mielodisplasia

Pin It on Pinterest

Shares
Share This