Abbiamo pensato di segnalarVi anche le informazioni che le Fondazioni MDS estere, con cui collaboriamo, divulgano nei loro paesi:

 

 

dal sito di AA MDS International – USA (👉 vai al sito)

 

Questo contenuto è stato preparato in consultazione con AAMDSIF Medical Advisory Board Chair Mikkael Sekeres MD, MS della Cleveland Clinic e Co-Chair Olatoyosi Odenke MD dell’Università di Chicago.

 

Come persona con una condizione di insufficienza del midollo osseo, come le sindromi mielodiplastiche, anemia aplastica, PNH, ecc, si stanno già prendendo precauzioni per proteggere il sistema immunitario compromesso. Con l’emergere di COVID-19, tu e i tuoi assistenti dovreste essere particolarmente vigili per continuare questo comportamento preventivo:

  • Astenersi dal toccare gli occhi, il naso o la bocca con le mani non lavate.
  • Lavarsi spesso le mani per almeno 20 secondi con acqua e sapone o con un disinfettante per le mani contenente almeno il 60% di alcol.
  • Coprire la bocca e il naso con un tessuto durante la tosse o starnuti. Scartare il tessuto e pulire le mani. Se un tessuto non è disponibile, tossire o starnutire nel gomito.
  • Evitare di stringere la mano agli altri.
  • Evita lo stretto contatto con le persone malate e sconsiglia alle persone di visitare la tua casa se hanno sintomi di malattia.
  • Pulire gli oggetti e le superfici frequentemente toccati con spray per la pulizia domestica o salviette antibatteriche (ad esempio: tavoli, maniglie, interruttori di luce, maniglie, servizi igienici, rubinetti, computer portatili, tastiere e telefoni cellulari).
  • Evitare di viaggiare il più possibile.
  • Evitare folle e grandi raduni, soprattutto in spazi scarsamente ventilati.
  • Per quanto possibile, evitare il contatto con superfici ad alto tocco in luoghi pubblici, come pulsanti dell’ascensore, maniglie delle porte, corrimano, touchscreen, ecc. Le superfici piatte, in particolare, hanno maggiori probabilità di avere virus o batteri.
  • Contattare il proprio medico per qualsiasi domanda o preoccupazione specifica per la vostra condizione.
  • Sapere dove andare per il test COVID-19, come alcune cliniche locali potrebbero non avere le risorse o la possibilità di fare il test COVID-19 o anche vederti.

Ulteriori consigli per i pazienti durante il trattamento attivo e post-ATG, recupero del trapianto di midollo osseo o altra terapia di insufficienza del midollo osseo:

  • Continuare a mantenere gli appuntamenti medici – non saltare i trattamenti programmati (centri medici stanno prendendo precauzioni aggiuntive per prevenire la trasmissione del coronavirus).
  • Continuate ad aderire alla vostra dieta neutropenica, se ne seguite una.
  • Adottare misure per assicurarsi di avere una fornitura di 3 mesi del farmaco e possibilmente organizzare la consegna per corrispondenza delle vostre medicine.
  • Siate pronti ad auto-quarantena se stessi per un massimo di 14 giorni dove necessario e consultare il proprio medico per quanto riguarda le trasfusioni di sangue in corso e il trattamento.

Per ulteriori informazioni soprattutto per coloro che sono più a rischio di complicanze, visitare i Centers for Disease Control: https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/specific-groups/high-risk-complications.html

Seguire gli aggiornamenti più recenti da fonti attendibili:Follow the latest updates from trusted sources:

 
dal sito MDS Foundation – USA (👉 vai al sito)

Coronavirus (COVID-19) e MDS

Le seguenti informazioni sono state preparate in collaborazione con i membri del comitato consultivo medico e scientifico della Fondazione MDS Rafael Bejar, MD, PhD e Rena Buckstein, MD e Michael Savona, membro del Consiglio di amministrazione della Fondazione MDS, Michael Savona, MD.

 

Raccomandazioni per i pazienti MDS:

  • I pazienti affetti da MDS che non mostrano sintomi, non in trattamento, con visite di follow-up programmate per i controlli di conteggio, possono discutere di alternative di visita clinica con il proprio operatore sanitario. Eventuali domande necessarie potrebbero probabilmente essere trattate per telefono.
  • I pazienti che sono in trattamenti attivi o trasfusioni devono continuare a partecipare a qualsiasi appuntamento programmato a meno che non siano contattati da un membro del loro team sanitario. Se un paziente ha sintomi di tosse, febbre, diarrea, brividi, deve contattare il proprio medico o linea infermieristica per istruzioni prima di andare in clinica in modo che non esponga potenzialmente altri pazienti immunocompromessi.
  • Tutti i pazienti devono evitare i viaggi, se possibile, ridurre al minimo il contatto con grandi folle, impegnarsi in un lavaggio vigoroso delle mani, evitare il contatto con chiunque abbia sintomi respiratori o recentemente viaggiato in paesi con focolai di COVID-19 diffusi.
  • I pazienti con febbre e/o sintomi respiratori dovrebbero chiamare il loro operatore sanitario (la maggior parte dei centri oncologici hanno hotline ora) per istruzioni su come procedere prima di entrare nelle cliniche di ematologia. Se possibile, indossare una maschera quando si frequentano ospedali o cliniche.
  • Riduci il contatto con persone malate e grandi raduni.
  • Le difese virali non sono necessariamente indebolite in MDS, tuttavia, la maggior parte dei pazienti MDS sono più anziani e quindi già a rischio maggiore.
  • I pazienti affetti da MDS abituati a vivere con bassi conteggi di neutrofili dovrebbero già utilizzare le raccomandazioni generali elencate di seguito, che aiuteranno durante questo periodo.

Raccomandazioni generali:

Le seguenti raccomandazioni generali sono state preparate da Aplastic Anemia e MDS International Foundation in collaborazione con il loro presidente del comitato consultivo medico Mikkael Sekeres MD e il co-presidente Olatoyosi Odenke MD.

  • Astenersi dal toccare gli occhi, il naso o la bocca.
  • Lavarsi spesso le mani per almeno 20 secondi con acqua e sapone o utilizzare un disinfettante per le mani contenente almeno il 60% di alcol.
  • Coprire la bocca e il naso con un tessuto durante la tosse o starnuti. Scartare il tessuto e pulire le mani. Se un tessuto non è disponibile, tossire o starnutire nel gomito.
  • Evitare di stringere la mano agli altri.
  • Evita lo stretto contatto con persone malate e sconsiglia alle persone di visitare la tua casa se hanno sintomi di malattia.
  • Pulire e disinfettare oggetti e superfici frequentemente toccati (ad es. maniglie delle porte, interruttori di luce, maniglie, servizi igienici, rubinetti, computer portatili, tastiere, telefoni cellulari, tavoli/contatori).
  • Evitare di viaggiare il più possibile.
  • Evitare folle e grandi raduni.
  • Evitare il contatto con superfici ad alto tocco in luoghi pubblici (ad esempio, pulsanti dell’ascensore, maniglie delle porte, corrimano, touchscreen). Le superfici piatte hanno maggiori probabilità di avere virus o batteri.
  • Contatta il tuo medico per qualsiasi domanda o preoccupazione specifica.

Generalità:

I coronavirus sono una grande famiglia di virus che possono causare malattie negli animali o negli esseri umani. COVID-19 è il coronavirus più recentemente scoperto che è la causa della pandemia attuale. Altri coronavirus sono la Sindrome Respiratoria del Medio Oriente (MERS) e la Sindrome Respiratoria Acuta Grave (SARS).

COVID-19 non è come l’influenza in quanto, a meno che non ci sia tosse diretta o starnutire da un individuo infetto, la trasmissione del virus attraverso l’aria è meno probabile. La malattia può diffondersi da persona a persona attraverso piccole goccioline dal naso o dalla bocca che si diffondono quando una persona con COVID-19 tosse o espira. Queste goccioline atterrano su oggetti e superfici intorno alla persona. Altre persone poi catturano COVID-19 toccando questi oggetti o superfici, quindi toccando i loro occhi, naso o bocca. Le persone possono anche prendere COVID-19 se respirano goccioline da una persona con COVID-19 che tossisce o espira goccioline. Questo è il motivo per cui è importante stare a più di 1 metro di distanza da una persona malata.

Informazioni aggiuntive:

La redazione, 13 marzo 2020

 

  1.  

Pin It on Pinterest

Shares
Share This